• 347.6966821
  • caterina.zanirato@gmail.com

Category Archive: ufficio-stampa

IMG-20200420-WA0028

“Prima prova, poi paga”: a Rovigo anche l’abbigliamento arriva a domicilio

L’idea di Goa Goa: i clienti ordinano e i vestiti arrivano a casa. Ciò che non piace viene reso e igienizzato.
E’ nei momenti difficili che nascono le idee. Così è successo a due imprenditori rodigini, Chiara Pavanello e Marco Santato, attivi ormai da anni nel mondo dell’abbigliamento con il loro marchio Goa Goa: i due hanno inventato il delivery a domicilio per i capi d’abbigliamento. E non solo: il 5% del ricavato da questa idea sarà donato agli ospedali per la lotta al Corona Virus.
E’ un duro momento questo per il settore tessile e abbigliamento: anche i fondatori di Goa Goa hanno dovuto chiudere i propri punti vendita in tutta Italia a causa dell’emergenza sanitaria. Ma è da questa situazione di crisi che è nata la loro grande idea: i due imprenditori hanno deciso di portare i vestiti direttamente a casa dei propri clienti. Una sorta di “clothes delivery”, che hanno chiamato “Prima prova e poi paga”. Il sistema è semplice e sicuro. Basta collegarsi al sito internet https://mailchi.mp/e868ed1e2e91/goagoa-prima-prova-poi-paga (vedi sotto). I clienti sfogliano il catalogo online, ordinano i capi che vogliono via mail o via whatsapp, un operatore Goa Goa arriva a domicilio con l’ordine e il cliente ha 48 ore di tempo per provare i vari vestiti e decidere cosa tenere e cosa devolvere al negozio. I capi d’abbigliamento che non si comprano vengono sterilizzati e igienizzati con lavaggio a vapore a 100 gradi per garantire a tutti la massima sicurezza e rimessi sul mercato.
 
Il tutto vuole avere una finalità anche benefica. “Vogliamo dare il nostro contributo alla lotta contro il Corona virus e il 5% di ogni vendita andrà agli ospedali” spiega Chiara Pavanello. Il servizio è valido all’interno della provincia di Rovigo e il pagamento può avvenire in contanti o online tramite bonifico o paypal. Si possono ordinare fino a un massimo di cinque capi a persona scegliendo tra le collezioni primavera estate 2020 o tra gli articoli dell’outlet. Nel frattempo i due imprenditori stanno anche riconvertendo parte della filiera tessile per la realizzazione di mascherine, ovviamente colorate in perfetto stile Goa Goa.
admin
foto dei fratelli

L’Asd Cà di Nini e l’azienda agricola Rebato rinunciano al contributo Fise per lasciarlo ad altri maneggi e donano cibo agli animali bloccati a Borsea

Anche il mondo dello sport sta affrontando un periodo di grande crisi legata all’emergenza sanitaria e allo stop di tutte le attività. Ci sono tante società sportive che si sono viste bloccare ogni entrata che arrivava da corsi e attività svolte e non sempre hanno potuto bloccare allo stesso modo le uscite: pensate ad esempio ai circoli ippici, che nonostante tutti devono mantenere le esigenze alimentari, sanitarie e di vita quotidiana dei cavalli in maneggio.

Proprio per questo, in un periodo di difficoltà e incertezza, l’Asd Cà di Nini e l’azienda agricola Rebato, hanno deciso di scendere in campo e di aiutare gli altri circoli ippici in difficoltà rinunciando a richiedere il contributo della Fise Veneto per il mantenimento dei pony e cavalli della scuola, soldi che saranno devoluti a favore di maneggi più bisognosi. Un piccolo gesto di solidarietà tra società sportive, in un mondo che invece le vorrebbe vedere in competizione.

L’azienda agricola Rebato inoltre ha deciso di aiutare concretamente gli animali del circo Businelli Niuman, bloccato a Borsea, donando balloni di fieno per gli animali. I fratelli Rebato, Francesco Presidente dell’Asd Cà di Nini e Alessandro proprietario dell’azienda agricola, si mettono infine a disposizione per quanto possibile ad aiutare altre situazioni in difficoltà perché i nostri amici animali non debbano soffrire.

admin
Perilcentro_logo_payoff (1)

Gift card con sconti e promozioni per sostenere il commercio del centro e delle frazioni di Rovigo

Si chiama “Per il centro” ed è un sito internet ideato per aiutare tutto il commercio di vicinato a Rovigo, non solo in centro, ma anche in tutte le frazioni. E’ un progetto per collegare domanda e offerta in modo virtuale e per sostenere non solo i negozi che vendono prodotti consegnabili a domicilio (librerie, pizzerie e ristoranti), ma anche tutte le attività che hanno dovuto chiudere i battenti e che potranno tornare a vendere solo nei prossimi mesi, permettendo loro l’ingresso di una liquidità anche in questo periodo di grande crisi.

Nel sito internet www.perilcentro.it , infatti, ogni negoziante rodigino può vendere una propria “gift card” che prevede vari vantaggi (sconti, promo). I cittadini, una volta acquistata la gift card, possono utilizzarla a loro piacimento non appena il negozio riaprirà o per ordinare prodotti a domicilio, se il negoziante prevede servizi di delivery. L’iscrizione al sito internet è completamente gratuita. L’idea è nata da un giovane imprenditore rodigino, Alessandro Forestieri, che lavora nella web agency Coding Crew, ed è stata realizzata con altri tre imprenditori rodigini, Alessandro Raise, Giulio Pellegrini e Sibilla Zambon.

admin
_D3X6040

L’Isola di Albarella progetta un futuro sicuro e responsabile per tutti i suoi ospiti e i suoi lavoratori

L'Isola di Albarella pensa già al futuro in tutta sicurezza.. E lo fa programmando con serietà la stagione estiva, che sta per avviarsi nonostante i grandi cambiamenti mondiali, assicurandosi che si pongano in essere tutte le azioni per garantire sicurezza, prevenzione e rispetto degli ospiti che verranno e dei lavoratori dell'Isola. In questo momento di standby per tutte le attività turistiche, infatti, è importante prepararsi per farsi trovare pronti a una “nuova normalità” non appena si concluderà il lockdown italiano. E in tutti questi giorni l'Isola di Albarella non si è mai fermata, programmando con serietà e lungimiranza un futuro sicuro e responsabile per tutti, turisti e lavoratori.

PROTOCOLLI PER I LAVORATORI
Innanzi tutto, gli uffici di Albarella hanno costituito una task force che ha definito, in ottemperanza ai vari DPCM, ordinanze e protocolli da rispettare da parte di tutti i lavoratori, interni e esterni, all'interno dell'Isola, avvalendosi anche di esperti e consulenti esterni per assicurare la massima prevenzione e sicurezza. Sono già state attuate le procedure che prevedono rigide istruzioni da rispettare da parte delle Ditte che accedono all’Isola in questi giorni per le attività ammesse dai vari DPCM e Ordinanze Regionali. 
Tutti gli operatori di Albarella lavoreranno in completa sicurezza: gli uffici sono dotati di disinfettanti, mascherine, pulizia costante e igienizzazione degli ambienti e il personale a contatto con il pubblico sarà dotato anche di parafiato e copertura per gli occhi, con misurazione delle temperature per tutti quelli che accedono negli stessi uffici. 

PROTOCOLLI PER L'IGIENIZZAZIONE DELL'ISOLA
E' stato predispoto un protocollo di igienizzazione e sanificazione degli spazi comuni, definendo delle regole di utilizzo degli stessi, non appena sarà consentito, per garantire le distanze di sicurezza e la continua vigilanza. Saranno igienizzate strade, parco giochi e percorsi vita. E' stata prevista l'igienizzazione degli stabilimenti balneari con prodotti ecologici, dei lettini e dei camminamenti, delle piscine anche l'utilizzo di nebulizzatori meccanici e a mano. Saranno igienizzate le biciclette ogni volta che vengono riconsegnate così come le golf car. Gli appartamenti e gli hotel saranno igienizzati e dotati di disinfettanti.

SERVIZIO MEDICO
Anche il servizio medico privato dedicato all’Isola sarà potenziato con l'avvio del protocollo interno di gestione del Corona Virus, che prevede particolari azioni preventive e di assistenza per pazienti sospetti. L'ambulatorio sarà dotato di strumentazioni e Dpi necessari a trattare i casi specifici.

SPIAGGIA
Il plexiglass tra un ombrellone e l'altro è una bufala da incubo e decisamente non serve all'Isola di Albarella, che può contare su una spiaggia che misura 350mila metriquadri ed è in grado di consentire ampie distanze tra gli ombrelloni. Già nelle stagioni “normali” ogni ombrellone conta 16metri quadri di spazio esclusivo, misura che quest'anno lo spazio per turista sarà aumentato fino a 40metri quadri a ombrellone. Significa contare su un distanziamento di 6 metri tra gli ombrelloni. Per aumentare il distanziamento e diminuire gli assembramenti al bar, inoltre, sarà implementato il servizio spiaggia con il delivery drink and food all'ombrellone.

Vicino alla strategia di prevenzione e di sicurezza studiata dagli uffici, però, c'è anche un altro aspetto fondamentale dell'Isola di Albarella: i suoi ampi spazi, la sua natura incontaminata, le sua scarsa densità demografica che evita in maniera spontanea assembramenti di persone. Si tratta di un Isola, con accesso controllato 24 ore su 24, di 600 ettari di terra circondati da mare e laguna. In un campeggio di 60 ettari, in media, ci sono 15.000 posti letto: Ad Albarella in 600 ettari ci sono 12.000 posti letto.
admin
locandina

Nasce “Comproinzona.it”, il portale per far ripartire le microaziende di vicinato

Un servizio di compravendita virtuale, facile e veloce non solo per vendere prodotti, ma che riproduce anche il calore del negozio di quartiere, la bellezza di conoscersi e chiamarsi per nome. Questo è Comproinzona.it , servizio che permette ai commercianti di vendere direttamente i propri prodotti con messaggi WhatsApp.

Il sistema è semplice: il negoziante si deve solo iscrivere a “Comproinzona.it”. Non serve un catalogo, schede o fotografie del prodotto o avere un sistema di pagamento. Il commerciante cura il rapporto e il dialogo con i propri clienti su Whatsapp in maniera personale. In questo modo non saranno solo i prodotti a parlare, ma gli stessi commercianti, che potranno consigliare i clienti, ascoltarli, assisterli e orientarli.

Una volta accordato l’ordine e scelto il metodo di consegna, il negoziante crea l’ordine su Comproinzona.it dal suo telefono e invia al cliente il link per il pagamento. Comproinzona.it raccoglie il denaro e paga il negoziante.

Comproinzona nasce da tre esperti di e-commerce: Pietro Bonomo pioniere dell’ecommerce ed esperto di marketing, Ruggero Tinaburri e Stefano Materazzo sviluppatori di alcuni degli e-commerce di maggior successo in Italia. I primi cento iscritti potranno farlo gratuitamente grazie alla donazione di Viral Octopus. Per tutti gli altri, con 9.90 l’abbonamento vale per tutta la vita.

admin
OK-DSC_3806

Gruppo Gelati vicino alla ristorazione italiana: consulenza gratuita per ottenere Haccp e avviare servizi di delivery

Il gruppo Gelati, un gruppo di professionisti e consulenti di direzione, al servizio dell’economia italiana nel settore food, impegnati ad assistere il management aziendale nell’applicazione di processi innovativi e applicazione di Sistemi di Gestione Qualità, Ambiente e Sicurezza, mette a disposizione le proprie competenze gratuitamente per aiutare tutti i ristoratori italiani in questo periodo di crisi e di emergenza sanitaria.
 
In queste settimane, infatti, tutte le attivita’ di ristorazione e somministrazione alimenti (ristoranti, pizzerie, bar, pasticcerie, gelaterie), sono ferme, con gravissime conseguenze economiche, tali da mettere a rischio, alla ripresa, la continuita’ stessa dell’attivita’. Molte di esse, per limitare i danni, si stanno organizzando per l’attivita’ di delivery (consegna a domicilio): attivita’ che deve comunque avvenire nel rispetto di rigorose procedure igienico sanitarie e con la presenza di un piano HACCP che copra tale nuova attivita’, spesso non presente nei manuali di autocontrollo finalizzati alla somministrazione “on site”. E’ inoltre necessaria l’applicazione del Protocollo di sicurezza anti Covid-19, secondo il DPCM 14.03.2020.  

Ed è proprio qui che il Gruppo Gelati e Ristoratori Uniti entrano in campo, unendo le forze per fornire un aiuto concreto ai ristoratori, pasticceri ed esercenti attivita’ di somministrazione: grazie a tale partnership il Gruppo Gelati offrira’ alle aziende i propri servizi in maniera totalmente gratuita, per l’intero mese di Aprile, in particolare per la redazione del “Piano di Autocontrollo HACCP” per il delivery, per l’applicazione del protocollo anti-Covid 19 e per la relativa consulenza tecnica. 

I professionisti del Gruppo Gelati sono a disposizione al numero (0521) 697525 o all’indirizzo mail: info@gruppogelati.it .  Il Gruppo Gelati, da oltre 25 anni collabora con piccole, medie e grandi imprese italiane ed estere in vari settori merceologici con interventi sia a livello formativo che operativo. Leader nazionale nelle attività di consulenza, auditing e certificazione, in particolare nel comparto agroalimentare.

Nella foto: Massimo Gelati, presidente del Gruppo Gelati.
admin
PSX_20200405_105207

Ufficio stampa gratuito per supportare idee e progetti solidali

Credo nella bellezza degli esseri umani e delle loro idee. E anch’io voglio fare la mia parte, investendo il mio tempo e la mia professionalità a supporto dei vostri progetti solidali per combattere l’emergenza Corona virus.

Come libero professionista, iscritta all’ordine dei giornalisti, sono rientrata nella categoria di partite Iva che hanno diritto al bonus di 600 euro da parte del Governo. Ringrazio per questo aiuto economico in un momento di crisi nera, ma allo stesso tempo rimango convinta del fatto che non mi piace ricevere senza dare, soprattutto non mi piace ricevere “soldi” per stare a casa a non fare nulla. Sarà che sono veneta e il lavoro e l’impegno scorre nelle mie vene, sarà che credo al karma e che quindi chi possieda qualcosa è giusto che dia e si metta a disposizione della comunità… Comunque sia, ho deciso di fare la mia parte: questi 600 euro saranno convertiti in un monte ore lavorative che dedicherò per promuovere tramite comunicati stampa e articoli progetti di solidarietà, supporto e aiuto per i cittadini in difficoltà in questo difficile momento.

Ho già ricevuto molti messaggi da parte di persone che in questo periodo hanno sviluppato bellissime idee e dato forma a progetti di solidarietà e supporto per i meno fortunati, sia dal punto di vista sanitario (distribuzione di mascherine, presidi di protezione, gel disinfettanti, consegna di farmaci a domicilio, supporto psicologico) sia da quello economico e pratico/quotidiano (dalla spesa gratuita per i meno abbienti al supporto per le aziende in difficoltà attraverso particolari servizi di consulenza o burocratici). Ci sono tante difficoltà da superare, in tanti ambiti diversi, e lo possiamo fare solo insieme: è bellissimo che ognuno di noi metta a disposizione le proprie competenze per fare la sua parte.

Ecco, io voglio aiutarvi a veicolare questi progetti, farli conoscere alle persone, diffonderli, in modo che una platea sempre più grande ne possa usufruire. Mi metterò  disposizione per veicolare le vostre idee solidali/benefiche attraverso le mie competenze, ovvero offrendo gratuitamente il servizio di ufficio stampa per un mese.  Mandatemi i progetti che volete promuovere e far conoscere: scrivete una mail a caterina.zanirato@gmail.com. Ne selezionerò sei, che corrispondono ovviamente a criteri di solidarietà e sostegno gratuito, e sarò lieta di studiarli, darvi qualche consiglio comunicativo e aiutarvi a diffonderli il più possibile attraverso comunicati stampa!

Ripeto, credo nella bellezza degli esseri umani e delle loro idee, che voglio aiutare a crescere. Grazie per il vostro impegno, vi aiuterò a diffonderlo aggiungendoci il mio!

 

admin
Rovigoracconta_iononmifermo_01

#iononmifermo, Rovigoracconta lancia un nuovo grande progetto social per ripartire

Rovigoracconta è uno dei Festival culturali più importanti d’Italia, con punte di 40mila presenze, che crea occasioni per idee in movimento. È uno dei pochi grandi eventi che ha deciso di non fermarsi e ripartire, tornando il 28, 29, 30 agosto 2020. Ma non solo: apre le porte di casa e lancia il nuovo grande progetto online #iononmifermo per affrontare il futuro prossimo e ripartire condividendo idee, visioni e stimoli concreti. Perché solo attraverso una comunità è possibile costruire insieme il futuro prossimo che ci aspetta.


IL PROGETTO #IONONMIFERMO

Da oggi, sulle pagine Facebook e Instagram di Rovigoracconta e sul sito web, è online il progetto #iononmifermo, che per la prima volta vuole condividere idee utili da mettere in pratica oggi per il futuro prossimo che ci aspetta. Attraverso i video di  scrittori, giornalisti, esperti del mondo del lavoro e tutte le persone che hanno idee per il futuro prossimo #iononmifermo sta costruendo una comunità che diventa spazio di condivisione. Per ripartire domani dobbiamo metterci in movimento con la mente già da oggi: iniziare a creare insieme il futuro che vogliamo usando come bandiera il pensiero positivo e costruttivo, con nuovi paradigmi.

Sono già tanti gli amici di Rovigoracconta che hanno scelto di aderire al progetto #iononmifermo inviando i loro video, che saranno pubblicati nelle pagine Facebook e Instagram di Rovigoracconta. Tra loro tanti ospiti passati e futuri del Festival arancione, ma anche personaggi dello spettacolo, della musica e della cultura che condividono la visione coraggiosa di Rovigoracconta. Ecco alcuni nomi a cui se ne stanno aggiungendo molti altri: Alessandra Tedesco - Speaker Radio24, Anna Martellato – Scrittrice, Elisa Nicoli - Scrittrice e regista di documentari, Fabio Genovesi – Scrittore, Francesca Corrado – Scrittrice, Ilaria Gaspari - Scrittrice e Filosofa, Mariangela Pira - Giornalista Sky TG24, Marta Perego - Giornalista e Presentatrice TV, Matteo Bussola - Scrittore e Fumettista, Paola Barbato – Scrittrice, Paolo Franceschini - Comico, ciclista e speaker Radio KissKiss, Sebastiano Zanolli - Autore, manager, advisor ed esperto gestione del cambiamento.
Ma questo spazio di condivisione è aperto a tutti: qualsiasi persona che ha idee per il futuro prossimo e vuole condividerle con la comunità può partecipare a #iononmifermo .

COME PARTECIPARE

Ogni persona può fare la differenza con le proprie idee per ripartire. Partecipare a #iononmifermo è molto semplice. Basta collegarsi al sito internet www.rovigoracconta.it/iononmifermo e caricare il proprio video, che dovrà essere girato in orizzontale e non superare i tre minuti.

Si può raccontare qualcosa che si sa fare e che si conosce bene o un’idea che può essere di stimolo e visione per il futuro prossimo. Per far muovere l’anima, il corpo, i pensieri. Insomma, per aiutare gli altri ad affrontare la ripartenza. E forse a cambiare paradigma. Il video può riguardare una grande passione o anche il lavoro, una competenza o una visione positiva da mettere a disposizione degli altri per far crescere nuovi stimoli.

Il video sarà caricato nei canali Facebook e Instagram di Rovigoracconta e sarà condiviso con il maggior numero di persone possibile.

LE PAGINE

Web

www.rovigoracconta.it/iononmifermo

Facebook

www.facebook.com/rovigoracconta

Instagram

www.instagram.com/rovigoracconta

admin
rovigoracconta

Rovigoracconta sceglie il coraggio e non si ferma: la settima edizione sarà venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 agosto

Rovigoracconta, il Festival di libri e musica con punte di 40mila presenze e tra i 25 eventi culturali più importanti d'Italia secondo D-Repubblica, in queste settimane si è trovato come tante altre realtà davanti a una scelta: rinviare la settima edizione al 2021 oppure usare tutto l'entusiasmo e l'energia di sempre per portare ancora una volta cultura, gioia e occasioni di pensiero. Il Festival organizzato dall'Associazione Liquirizia ha scelto la seconda opzione: l'edizione 2020 si farà, ma sarà posticipata a venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 agosto, ospitata sempre nel centro storico di Rovigo. 

Rovigoracconta ha deciso di non fermarsi, lanciando così anche un messaggio di speranza. “Ci spiace molto per le manifestazioni che sono state costrette a fermarsi, per le tante persone che hanno messo il cuore negli eventi della città e hanno lavorato tanto per poi disdire – spiegano gli organizzatori Sara Bacchiega e Mattia Signorini -. Ci abbiamo pensato anche noi: rimandare tutto al 2021 sarebbe stata la scelta più semplice, ma la più dolorosa. Così insieme a tutto il nostro staff di professionisti, con noi anni e che con coraggio non ha voluto rinunciare al progetto di Rovigoracconta, abbiamo scelto di posticipare il Festival di qualche mese, in modo da non fermarci, come non si deve fermare l'anima di nessuno di noi.”.  

Rovigoracconta infatti non è solo uno dei più grandi Festival culturali del Veneto e d'Italia: rappresenta un momento di grande vitalità per tutta la città, incidendo sull'indotto economico delle attività del centro storico. La realizzazione della settima edizione, quindi, vuole essere anche un modo per supportare le tante realtà commerciali che in questo momento stanno avendo grosse difficoltà economiche e hanno dovuto chiudere aspettando il superamento dell'emergenza per tornare a rinascere. E Rovigoracconta vuole essere al loro fianco, festeggiando insieme non solo l'estate, ma anche il bisogno che oggi abbiamo di tornare a fare comunità.


Le nuove date

Rovigoracconta 2020, per la sua settima edizione, si svolgerà venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 agosto con lo stesso format di sempre che ne ha decretato il grande successo. Il Festival arancione porterà nel cuore della città di Rovigo per tre giornate grandi appuntamenti con scrittori, saggisti, intellettuali, cantanti, musicisti di fama nazionale e tanti eventi pensati per i bambini e le loro famiglie. La città per un weekend si trasformerà in una meravigliosa meta per le proprie vacanze estive, facendo tornare le persone a sognare e a stupirsi per tre giornate ricche di eventi che saranno organizzati in tutti gli spazi del centro storico. 

Per rimanere sempre aggiornati si può seguire il sito www.rovigoracconta.it e le pagine social di Rovigoracconta su Facebook e Instagram.


Il sostegno

Spostare un Festival di grandi dimensioni come Rovigoracconta non è una cosa semplice. Se tutta la macchina organizzativa riesce a funzionare nonostante il difficile momento è grazie alle realtà che hanno confermato il supporto a Rovigoracconta, scegliendo di non fermarsi e di non fermare la speranza. Per questo lo staff vuole ringraziare con tutto il cuore la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, la Fondazione Banca del Monte di Rovigo, la Regione del Veneto, Confindustria Area metropolitana di Venezia e Rovigo e il Comune di Rovigo . 

Un ringraziamento speciale va anche alle tante attività e imprese che da sempre hanno voluto essere al fianco di Rovigoracconta e in particolare a quelle che hanno confermato la loro presenza anche durante questi giorni difficili, tra le quali Asm Set, Alì Spa e Pavanello Windows Design come main player, e aziende locali illuminate come Azienda Agricola Valier e Lanfredini srl. 

Fino a qualche settimana fa tante altre aziende volevano sostenere Rovigoracconta con grande entusiasmo, ma considerato il momento difficile in questo momento sono in stand-by. Rovigoracconta è a loro vicino e augura a tutte di uscire da questo momento con rinnovato entusiasmo, aspettandole a braccia aperte per la settima edizione.


Le dichiarazioni

Sara Bacchiega e Mattia Signorini, ideatori di Rovigoracconta, dicono: “Ringraziamo la Fondazione per lo Sviluppo del Polesine che anche quest'anno si è prodigata per organizzare il Maggio Rodigino, a cui Rovigoracconta aveva aderito. Ringraziamo inoltre la Fondazione Rovigo Cultura che ci sta  supportando in questo momento così delicato. Un ringraziamento speciale va anche all'Accademia dei Concordi e alla Provincia di Rovigo e soprattutto al Vicesindaco Roberto Tovo, che in queste settimane ha mostrato sensibilità e impegno non comuni”.

Gilberto Muraro, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo dice: “Rovigoracconta si è ritagliato un posto di rilievo nel panorama culturale del Veneto e non solo, accreditandosi come una preziosa occasione di crescita, anche economica, per Rovigo e per l’intero territorio. La nostra Fondazione – da sempre attiva nella promozione della cultura – oggi è particolarmente lieta di sostenere il Festival, che alla luce del difficile momento che viviamo assume una valenza particolare. Offrirà infatti un’importante occasione per tornare a fare comunità, all’insegna della partecipazione culturale”.

Luigi Costato, presidente Fondazione Banca del Monte di Rovigo, dice: “La Fondazione Banca del Monte di Rovigo ha creduto nell’iniziativa di Mattia Signorini e Sara Bacchiega sin dalla prima proposta da essi avanzata di organizzare un festival culturale a Rovigo. Con le sue modeste possibilità ha consentito il lancio di Rovigoracconta prima, poi, con l’idea di completare le iniziative del periodo, del Maggio Rodigino”. La Fondazione Banca del Monte sarà vicina ancora, e come sempre, a queste iniziative, anche per dare un segno di vitalità alla città e a tutta la regione del Veneto”.

Cristiano Corazzari, Assessore alla Cultura e allo Sport della Regione Veneto, dice: “La Regione del Veneto continua a sostenere Rovigoracconta in quanto questo Festival rappresenta un punto di riferimento nel panorama culturale regionale e nazionale di cui siamo orgogliosi. In un anno drammatico come questo, la settiman edizione di Rovigoracconta saprà rappresentare la forza che il settore culturale possiede per far rialzare e ripartire tutto il Paese, con entusiasmo e con lo sguardo rivolto al futuro”.

Gian Michele Gambato, vice presidente Confindustria area metropolitana Venezia e Rovigo, dice: “Continuiamo a sostenere un evento importante come Rovigoracconta proprio perché vogliamo lanciare un messaggio di speranza e un grande augurio a tutti: la cultura e lo spettacolo possano diventare in questo fine settimana veicolo di ripresa, serenità e fiducia per il futuro di un intero territorio”.

Edoardo Gaffeo, sindaco di Rovigo, dice: In questo periodo difficile per tutti, siamo a testimoniare come il coraggio, l’impegno, e la voglia di guardare avanti con fiducia siano caratteristiche che contraddistinguono la nostra comunità. Rovigoracconta rappresenta un patrimonio culturale ormai consolidato nel nostro territorio, un evento da tutti atteso. Siamo pertanto felici di poterlo vivere anche quest’anno e non mancherà di riempire le piazze e il centro di Rovigo. Un plauso agli organizzatori per non aver “mollato” continuando, con l’entusiasmo e le competenze che li caratterizzano, a lavorare per realizzare questo grande evento. Un ringraziamento anche ai sostenitori senza i quali tutto questo non sarebbe possibile. Rovigo è cultura, è voglia di fare squadra, voglia di reagire, voglia di lottare, voglia di realizzare cose belle!

Manuela Nissotti, presidente Asm Set Rovigo, dice: "Confermiamo il supporto a Rovigoracconta, evento che fin dalla sua nascita ha regalato alla città incontri emozionanti e giornate di riflessione. Il Festival genera indotto per l'economia cittadina e anche un grande senso di appartenenza al territorio: questa 7° edizione saprà farci sentire nuovamente comunità. Quella comunità in cui Asm Set crede e alla quale vuole fornire il massimo supporto, soprattutto nei momenti di difficoltà: per questo abbiamo attivato un servizio online per i clienti, evitando lo sportello. Certi di superare tutto questo, restiamo a fianco di chi come noi guarda avanti e crede nel coraggio e nella bellezza". 

Matteo Canella, responsabile Affari Generali di Alì S.p.A., dice: "Vogliamo sottoscrivere con Rovigoracconta un messaggio di speranza, l'impegno a ripartire insieme. Oggi garantiamo massima sicurezza ai nostri clienti e collaboratori, impegnati in prima linea a far fronte all'emergenza. Osserviamo scrupolosamente tutte le misure ministeriali e ne abbiamo messe in campo molte altre, come la disinfezione notturna di tutte le aree interne ed esterne dei punti vendita e la continua igienizzazione manuale diurna di ogni superficie, oltre che uso di guanti, visiere, igienizzanti e mascherine. Abbiamo finora donato 3.200.000 euro a favore della Sanità e dei nostri collaboratori e la nostra raccolta fondi continua. Dobbiamo restare uniti per difendere il nostro Paese, le nostre famiglie, le nostre aziende, i nostri valori e le belle manifestazioni che lo hanno sempre animato”.

Daniel Gasparetti, national sale manager Pavanello Windows design, dice: “Ho sempre interpretato i periodi di crisi come momenti di scelta. Oggi più che mai dobbiamo scegliere di guardare al futuro con fiducia, certi che ripartiremo più uniti di prima per raggiungere traguardi ancora più ambiziosi”.

Monica e Giacomo Lanfredini, titolari dell'azienda Lanfredini, dicono: “Rovigoracconta, Festival culturale tra i più importanti d'Italia, è la dimostrazione di come la nostra città sia capace di grandi eventi fatti di passione e bravura. Questi sono i motivi per cui abbiamo deciso di essere sponsor. Specialmente in un periodo così difficile è importante restare uniti”. 

Daniele Valier, titolare azienda agricola Valier, dice: “La campagna da sempre ci chiede di rispettare  i suoi tempi e i suoi ritmi. In questo momento così delicato stiamo riscoprendo quanto il tempo e i rapporti umani siano importanti in ogni cosa. Stiamo imparando a dare a un nuovo valore all'attesa e alle relazioni: ecco perchè vogliamo sostenere Rovigoracconta, un momento che ci porterà a incontrarci e a sentirci ancora di più in relazione gli uni con gli altri”.

admin
28336392_1604549179661151_3334431673607470932_o

Un’edizione ridotta per il Maggio Rodigino: si sposta tutto in agosto

ROVIGO – E' difficile dare risposte chiare in un periodo di grande incertezza come quello che sta vivendo tutto il mondo, ma la Fondazione per lo sviluppo del Polesine, promotrice del Maggio Rodigino, vuole tranquillizzare i tanti cittadini che hanno presentato le proprie idee aderendo al bando per vedere inserito il proprio evento all'interno del cartellone della kermesse culturale: sulla base della auspicata riconfermata disponibilità degli organizzatori e in accordo con l'amministrazione comunale, gli eventi si potranno realizzare a fine estate, nel periodo che va da metà agosto a metà settembre. Andrà infatti in scena una versione “ridotta” del  Maggio Rodigino, grazie al confermato sostegno della kermesse da parte della Fondazione Banca Monte di Rovigo e della Fondazione Cariparo, per assicurare alla città un momento importante di incontri, eventi e riflessioni culturali.Non appena ci sarà un po' di apertura e potremo tornare di nuovo a incontrarci riprogrammeremo il cartellone di eventi in collaborazione con tutti gli organizzatori che saranno tutti ricontattati – spiega Virgilio Santato, presidente della Fondazione per lo Sviluppo del Polesine -. Ovviamente la realizzazione dei festival e degli eventi dipende dalla disponibilità degli organizzatori: i festival rimangono realtà autonome, per quanto parte integrante del Maggio Rodigino. Il Festival Biblico, ad esempio, ha già reso noto che preferisce rinviare il tutto all'edizione 2021, mentre il Conservatorio con il Festival Sound Net ha dato la propria disponibilità per organizzare eventi musicali a fine estate. Per quanto riguarda Rovigocomics si è detto disponibile a una presenza simbolica, mentre Rovigoracconta ha già annunciato le date in cui si svolgerà l'edizione 2020, ovvero l'ultimo fine settimana di agosto”.

In poche parole, quindi, l'edizione 2020 del Maggio Rodigino sarà un'edizione ridotta a causa di forze maggiori, ma tutta la macchina organizzativa rimane attiva per continuare a offrire alla città momenti culturali di qualità, getteando le premesse per una quinta edizione – quella del 2021 – ancora più bella.

admin