• 347.6966821
  • caterina.zanirato@gmail.com

Category Archive: eventi

PSX_20200220_112927

ROVIGO – Torna il Maggio Rodigino, per la sua quarta edizione. Un’edizione speciale, presentata questa mattina giovedì 20 febbraio nella sede della Fondazione Banca Monte di Rovigo, quella del 2020: non solo sarà un mese pieno di iniziative culturali per la città, alle quali si aggiungeranno gli eventi proposti dai cittadini come ogni anno, ma ci sono anche dei cambiamenti in arrivo.

Il Maggio Rodigino è il più grande progetto di eventi culturali e di spettacolo della città di Rovigo, organizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo del Polesine in campo letterario, artistico e musicale, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, la Fondazione Banca del Monte di Rovigo, in collaborazione con il Comune di Rovigo e l’Accademia dei Concordi, e grazie a vari sponsor che credono in questo evento che hanno rinnovato il loro impegno per sostenere la cultura in città. Anche nel 2020, quindi, per tutto il mese di maggio, le piazze, le strade e i luoghi più affascinanti del centro storico si riempiranno di iniziative e di appuntamenti culturali pensati per ogni fascia d’età e per tanti settori diversi. Protagonisti scrittori, giornalisti, cantanti, musicisti e artisti che regaleranno emozioni, occasioni di riflessione e di nuovi incontri. Il tutto per promuovere una città viva e attiva, che festeggia la primavera della cultura.

Era un’avventura all’inizio, ora possiamo ben dire che il Maggio Rodigino nella sua quarta edizione è nell’immaginario collettivo cittadino un appuntamento atteso e condiviso – spiega Virgilio Santato, presidente della Fondazione per lo sviluppo del Polesine – , una primavera della cultura che vedrà riempirsi teatri e piazze, sale come luoghi più intimi. ma pure luoghi più intimi e cari, per incontrarsi e riconoscersi comunità, una festa di parole ed emozioni, nell’ascolto come nel dialogo..E un grazie di cuore a quanti si ritroveranno in questa festa e ai molti che ancora la sosterranno. E fin d’ora ci diamo appuntamento per l’apertura del Maggio Rodigino 2020 al tempio della Rotonda sabato 2 maggio alle ore 21.00 per assistere al concerto della Orchestra Giovanile dei Conservatori Polesani. Non poteva esserci migliore ouverture”.

Soddisfatti per l’arrivo della primavera della cultura e il rinnovo di questo appuntamento anche il l’assessore alla cultura del Comune di Rovigo, Roberto Tovo, e il presidente dell’Accademia dei Concordi, Giovanni Boniolo, (rappresentato da Sandra Bedetti) che credono fermamente nel potere di sviluppo del senso di comunità, di aggregazione e di promozione turistica degli eventi del Maggio Rodigino. “Confermo che come amministrazione comunale appoggiamo questo momento di effervescenza culturale della città – afferma Tovo -. Il Maggio Rodigino è una ricchezza da agevolare, condividere e far crescere insieme, nel rispetto delle proprie autonomie. Stiamo coinvolgendo anche la Fondazione Rovigo Cultura, come partner a supporto della ricchezza e delle diverse articolazioni del maggio”. Partner ufficiale quest’anno anche l’Accademia dei Concordi: “Come di consueto metteremo a disposizione una sala per ospitare l’info point per tutto il mese di maggio – ha affermato Boniolo -, vogliamo aprirci sempre di più alla città, anche grazie al sostegno a queste manifestazioni che hanno risvegliato la voglia di cultura in città”.

Pieno sostegno anche da parte della Fondazione Banca Monte, rappresentata dal professor Luigi Costato, che ha anche preannunciato quattro lezioni di cittadinanza attiva che si svolgeranno ogni martedì di maggio in Accademia alla presenza dei più grandi costituzionalisti italiani, e dalla Fondazione Cariparo, rappresentata dal vicepresidente vicario Giuseppe Toffoli: “Nonostante il bando per le iniziative culturali non sia ancora stato approvato, rimarco il nostro sostegno alle iniziative culturali più significative della città seguite dal Comune di Rovigo, di cui il Maggio Rodigino fa parte”.

Come l’anno scorso, Faranno faranno parte del Maggio Rodigino i festival culturali Sound Net – Venezze musica festival, Festival Biblico, Rovigo Comics e Rovigoracconta. Quest’anno, infatti, il festival del Conservatorio ha cambiato nome e gli appuntamenti ordine: il mese di maggio, infatti, avrà cinque weekend e il festival che fino a ora aveva sempre aperto il mese dedicato alla primavera della cultura, Rovigoracconta, si realizzerà invece nel suo ultimo fine settimana.

5-10 MAGGIO – Sound Net

Il Conservatorio Francesco Venezze di Rovigo, in questa sua quarta edizione, propone una serie di eventi musicali la cui varietà stilistica si intreccia formando una “Rete sonora” unica che ha dato il nuovo nome Sound Net. Una trama in cui ognuna delle componenti artistiche, come per incanto, abbandona il luogo e il giorno che l’ha vista nascere, per rivivere e unirsi a noi all’interno della cornice storica rodigina. Grazie alla presenza di musicisti di fama nazionale e internazionale si crea, come vuole la parola “Festival”, una grande e coinvolgente festa collettiva, dove attori e spettatori si confondono formando un tessuto variopinto e trasparente che tutti avvolge e che ha nome: amicizia.

15–16-17 MAGGIO – Festival Biblico

Il Festival Biblico porta avanti il suo impegno di dialogo tra la Bibbia e la società contemporanea e lo fa declinando il profondo significato spirituale di cui è portatrice attraverso i linguaggi contemporanei – arte, musica, teatro ma anche letteratura, storia, scienza. Ogni anno si serve di un tema differente. Il tema del 2020 è “Logos”, ovvero parlare, pensare e agire.

22 – 23 – 24 MAGGIO – Rovigo Comics – Comics, Cosplay, Games

Rovigo Comics è il Festival il cui cuore pulsante è la nona arte, o come l’ha definita Hugo Pratt la “Letteratura disegnata”. Dall’illustrazione, al disegno, al fumetto, al mondo della fantasia e dei cartoon con la presenza di artisti di fama nazionale, incontri con gli autori, performance e una mostra dedicata ai collezionisti. Una piccola anticipazione: la locandina sarà disegnata da Leo Ortolani.

29 – 30 – 31 MAGGIO – Rovigoracconta

Rovigoracconta, giunto alla sua settima edizione, è il Festival che festeggia la primavera. Con punte di 40.000 presenze, è stato inserito da «Il Venerdì di Repubblica» tra i 25 eventi culturali più importanti d’Italia e come unico nel Veneto. Scrittori, giornalisti, intellettuali, cantanti di fama nazionale si incontrano e si confrontano con il pubblico in quattro giorni di cultura, entusiasmo, spettacolo e idee in circolo. Gli ospiti di quest’anno saranno presentati in una apposita conferenza stampa a fine aprile.

E’ tornato anche quest’anno, inoltre, il bando per partecipare al Maggio Rodigino, già presentato nelle scorse settimane alla città con un incontro nella sala consigliare del Comune di Rovigo. Potranno partecipare i progetti culturali e di spettacolo proposti dalle associazioni, dai cittadini e dalle attività commerciali del centro storico. Il bando per aderire si trova sul sito internet www.maggiorodigino.it. Per partecipare, c’è tempo fino all’otto marzo: i progetti approvati dall’apposita commissione verranno poi inseriti nel calendario degli eventi 2020 del Maggio Rodigino e riceveranno supporto organizzativo, comunicativo e logistico.

admin
28336392_1604549179661151_3334431673607470932_o

AL VIA IL BANDO PER PARTECIPARE AL MAGGIO RODIGINO: c’è tempo fino all’8 marzo per presentare i propri eventi e far parte dell’edizione 2020

ROVIGO – Torna a sbocciare la primavera della cultura, ovvero il Maggio Rodigino, il mese dedicato agli eventi e alle iniziative culturali e di spettacolo che porteranno in città tantissimo entusiasmo, curiosità, voglia di scoprire i grandi nomi della letteratura, del giornalismo, della musica, dei fumetti.

Come ogni anno, anche per il 2020 è pronto il bando rivolto alle associazioni sportive e culturali, ai commercianti e ai singoli cittadini che vogliono presentare un proprio progetto per vederlo inserito nel ricco calendario di eventi della kermesse. Il bando sarà presentato ufficialmente alla città giovedì 23 gennaio, alle 17.30, nell’aula consigliare del Comune di Rovigo, alla presenza di Virgilio Santato, presidente della Fondazione per lo Sviluppo del Polesine, e dell’assessore alla cultura del Comune di Rovigo, Roberto Tovo.

Sono ammessi alla partecipazione del Maggio Rodigino Associazioni, circoli, cittadini e attività commerciali. Ogni promotore potrà presentare un unico progetto. Partecipare è semplice: basta collegarsi al sito internet www.maggiorodigino.it e scaricare il modulo per presentare il proprio progetto. Il modulo andrà completato in ogni sua parte, salvato nominandolo “BandoMaggio Rodigino 2019 – nome del progetto”, e spedito via email a fondazionesviluppopolesine@gmail.com insieme alla fotocopia della carta d’identità del referente.

I progetti che arriveranno saranno valutati da un’apposita commissione nominata dalla Fondazione per lo sviluppo del Polesine: il termine per partecipare è stato fissato al 8 marzo 2020. I progetti approvati verranno poi pubblicati sul sito internet e, previo accordo con i referenti, inseriti nel calendario degli eventi 2020 del Maggio Rodigino. Per ulteriori informazioni, comunque, la Fondazione per lo sviluppo del Polesine e l’apposita commissione riceveranno gli interessati in sala consigliare del Comune giovedì 23 gennaio, alle ore 17.30.

Il Maggio Rodigino è il più grande progetto di eventi culturali e di spettacolo della città di Rovigo, organizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo del Polesine in campo letterario, artistico e musicale, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, la Fondazione Banca del Monte di Rovigo e in collaborazione con il Comune di Rovigo. Come l’anno scorso, faranno parte del Maggio Rodigino i festival culturali Rovigoracconta, Contaminazioni, Festival Biblico e Rovigo Comics. Ognuno con un diverso pubblico di riferimento e una diversa identità, ma con lo stesso obiettivo di valorizzare una intera provincia attraverso percorsi culturali fruibili da un vasto pubblico.

admin
80325913_1475092885983909_7598389856405815296_o

Cerchi un ufficio stampa e un social media manager? Ecco il regalo che ha pensato per te Cz Advertainment

Cz Advertainment vuole festeggiare il Natale e l’inizio del nuovo decennio facendoti un regalo super concreto! Se prenoti entro il 31.01.2020 il servizio di ufficio stampa e social media manager, potrai ottenere il pacchetto completo a soli 500 euro al mese (Iva inclusa) !

Per ottenere lo sconto speciale pensato per te, scrivi subito una mail a caterina.zanirato@gmail.com e prenota un appuntamento (fisico o telefonico) per definire la tua strategia comunicativa per il nuovo decennio a un prezzo davvero speciale.

Che tu sia un‘azienda privata, un ente pubblico o un’associazione, curare la tua comunicazione è importante per creare il percepito della tua identità, veicolare i tuoi messaggi nel modo giusto e raggiungere sia il pubblico esterno sia i tuoi dipendenti coinvolgendoli e facendoli sentire parte di una grande famiglia.

Non pensare all’ufficio stampa come il vecchio e polveroso servizio di invio di comunicati ai giornali, online, cartacei o radiofonici. Certo, anche questo ruolo è importante per raggiungere i mass media e rimane una solida base, ma è solo una piccola parte del servizio di ufficio stampa che propone CZ Advertainment, insieme alla raccolta degli articoli di interesse.

Il nostro ufficio stampa è molto di più. Con un unico servizio, infatti, puoi curare tutta la tua comunicazione, dai social media (Facebook, Instagram, Linkedin, Twitter, Youtube, Tik Tok) che sono ormai una vetrina indispensabile, all’elaborazione di un piano e una strategia editoriale per rendere efficace tutta la tua comunicazione, che comprende anche il tuo sito internet, il tuo blog e la tua newsletter, oltre che la gestione del dialogo con gli utenti, con i giornalisti e tutti i portatori d’interesse. Le pubbliche relazioni e il dialogo costante con i cittadini e con i clienti, oggi, sono fondamentali per farsi conoscere, promuovere la propria azienda e diventare punto di riferimento sul mercato.

Infine, la comunicazione è anche contatto fisico: Cz Advertainment può creare gli eventi più adatti ad attirare e fidelizzare il tuo pubblico, creando momenti di festa, ma anche di confronto, dibattito o approfondimento. Il tutto arricchito da contenuti multimediali, come video, grafiche o servizi fotografici, creati su misura per impreziosire la tua comunicazione.

Siamo un’agenzia giovane, snella e composta da freelance, siamo molto flessibili nella scelta della forma di collaborazione e i prezzi sono molto contenuti e vanno incontro a tutti coloro che non possiedono budget a sufficienza per assumere un dipendente da dedicare al ruolo di ufficio stampa e social media manager.

Vuoi fissare il prezzo speciale di 500 euro per il servizio di ufficio stampa e social media manager? Scrivi una mail a caterina.zanirato@gmail.com!

admin
letto1

“Evoluzioni”: arriva ad Albarella il museo all’aria aperta per sensibilizzare sui grandi cambiamenti climatici a cura degli artisti di Officinadidue

La mostra di Vera Bonaventura e Roberto Mainardi inaugurerà il primo maggio nell’Isola di Albarella e tra le installazioni sarà presente “Urlo di Vaia”, opera sonora realizzata per Arte Sella

Il mondo dell’arte si schiera in prima fila per la tutela ambientale, organizzando grandi esposizioni per sensibilizzare sui cambiamenti climatici. Dopo la premonitrice protesta di Banksy contro le grandi navi a Venezia, alla quale è seguito un incidente tra una nave da Crociera e un vaporetto, il mondo dell’arte torna a farsi sentire sui grandi disastri ambientali che hanno colpito il territorio del Veneto culminando con il picco di acqua alta che ha fatto affogare Venezia.

I due artisti di Officinadidue, Vera Bonaventura e Roberto Mainardi, noti per aver realizzato l’opera “Urlo di Vaia” dopo la tempesta che ha colpito l’altopiano di Asiago e le Alpi orientali nel 2018, installata nel percorso artistico di Arte Sella in Valsugana, stanno organizzando una monografica dal titolo “Evoluzioni – Museo a cielo aperto nell’Isola di Albarella” all’interno dell’Isola di Albarella (Rovigo) dedicata al tema della biodiversità e al dialogo uomo-arte-natura. Un territorio scelto perché inserito nel contesto del Parco del Delta del Po e tutelato dall’Unesco, in rinascita dal punto di vista green grazie al progetto “Immersi nella natura”, realizzato dall’atelier Coloco di Parigi, che ha previsto una serie di interventi per riqualificare il proprio patrimonio ambientale e naturale, sviluppato proprio dopo che l’isola fu colpita da una tempesta di grande forza, che nel 2017 causò l’abbattimento di oltre 8mila alberi e danni per 5milioni di euro. Proprio per commemorare questo evento, sarà realizzata anche un’installazione permanente: “Aegritudo Naturae”, che vede la posa di una quercia di sughero, abbattuta durante il downburst, in un letto gigante d’ospedale militare ricostruito dagli stessi artisti in ferro.

Bonaventura e Mainardi, da sempre attenti a queste tematiche, vogliono sublimare attraverso il linguaggio artistico le cicatrici riportate da un territorio a causa dei grandi cambiamenti climatici e portare alla riflessione gli osservatori, che diventano parte attiva di ogni loro installazione, immergendosi in un percorso fatto di opere collocate negli spazi verdi dell’Isola. Officinadidue realizzerà, quindi, un parco/museo di sculture contemporanee all’aperto sia attraverso le installazioni già note, come l’opera sonora “Urlo di Vaia” presentata nel percorso artistico Arte Sella – the Contemporary Mountain, sia inedite, il tutto come monito per risvegliare la coscienza di ogni visitatore.

“La ricerca del bello non può prescindere dalle condizioni del luogo – spiegano gli artisti di Officinadidue -. L’arte deve superare l’estetica per diventare etica: ognuno può essere strumento di cambiamento. Le nostre opere sono dichiarazioni politiche e poetiche per coniugare l’arte e la natura. Per formulare visioni utopiche, sperimentali e sociali”.

La vernice di “Evoluzioni”, museo a cielo aperto nell’Isola di Albarella, avverrà il primo maggio, in concomitanza con l’inaugurazione di un grande parco avventura a basso impatto ambientale, ovvero realizzato con materiali naturali e plastic free, destinato a tutta la famiglia e .

admin
credits : Andrea Verzola

Fàedèsfa sarà a “Strenne in centro” con una casetta di Natale per fare beneficenza grazie alle golose sfere di cioccolato

ROVIGO – Fàedèsfa festeggia il Natale in modo differente. Tornano infatti anche per quest’anno le bellissime Sfere di Natale di cioccolato. Già sono molti i commercianti polesani che hanno aderito a questa golosa iniziativa portata avanti dalla Onlus polesana, ma la grande novità di quest’anno è che le sfere di cioccolato saranno in pieno centro città a Rovigo.

Le “magliette verdi” saranno infatti tra le casette di Natale che animeranno il centro storico dal 30 novembre al 24 dicembre. Con un piccolo contributo di 7 euro si potrà portare a casa un dono che farà contenti proprio tutti. Il ricavato della vendita andrà infatti, come sempre, totalmente reinvestito in beneficenza.

Fàedèsfa, Onlus con sede a Fratta Polesine, vuole dunque portare in città un messaggio innovativo, ovvero che si può fare del bene anche attraverso piccoli prodotti di qualità come le sfere di cioccolato. Sono già state molto apprezzate lo scorso anno e l’apprezzamento si vede dal fatto che quest’anno sono tantissime le attività commerciali a Rovigo e in paesi limitrofi come Arquà Polesine, Concadirame, Fratta Polesine, Lendinara, Lusia, Villanova del Ghebbo che avranno il proprio angolo “verde” dedicato a Fàedèsfa e alle sfere natalizie.

Sempre nella Casetta di Natale in centro storico, vi sarà la possibilità di avere i vari gadget dell’associazione. Andrea Pezzuolo, Presidente di Fàedèsfa, commenta così questa nuova iniziativa: “Per noi avere una Casetta in pieno centro città sarà una sfida e ringraziamo coloro che ci hanno concesso di esserci. Siamo infatti una Onlus che proporrà i propri prodotti per fare del bene agli altri, in particolar modo ai bambini. Avremo dunque modo di divulgare la nostra filosofia associativa a chi verrà a trovarci. Durante quest’occasione ci sarà poi la possibilità di diventare nuovi soci di Fàedèsfa. Siamo una grande famiglia e il nostro obiettivo è quello di diventare sempre più grandi e uniti. Sappiamo bene che l’unione fa la forza e stare insieme per fare del bene è il nostro scopo dal 2011. Non vediamo l’ora di iniziare questa nuova avventura. Oltretutto le nostre sfere di cioccolato sono buonissime. Provare per credere!”.

Fàedèsfa ringrazia tutti coloro che hanno accettato di diventare punti di raccolta fondi in città e nel Polesine in occasione delle feste natalizie. Strenne in centro sarà una nuova opportunità di vivere non solo un momento di festa insieme, ma anche di fare un regalo a qualcuno con un significato un po’ più profondo del solito: quello di fare del bene agli altri.

admin
IMG-20191115-WA0018 (1)

Un nuovo spazio per AcquaProgetti: inaugura il nuovo Show Room

ROVIGO – L’impegno, la qualità e la costante ricerca sono gli ingredienti segreti per realizzare i propri progetti. E anche a Rovigo piccoli progetti imprenditoriali si espandono, raggiungendo grandi successi. Così è successo a Paolo Guaraldo, imprenditore rodigino che appena cinque anni fa fondò AcquaProgetti, azienda ormai cresciuta a tal punto da doversi espandere e richiedere nuovi spazi, come quello che è stato inaugurato Venerdì 22 Novembre, in Viale del Lavoro 5.

All’interno, quindi, un nuovo spazio espositivo per tutta la città, dedicato all’arredo bagno, pavimenti, rivestimenti e tecnologie per il riscaldamento e condizionamento, che venerdì è aperto a privati, installatori, impresari e tecnici di settoreAcqua Progetti è un’azienda che si occupa di vendita, consulenza e progettazione dell’ambiente bagno, della consulenza tecnica per l’arredo, l’impiantistica idrotermosanitaria , riscaldamento, condizionamento e trattamento aria, in una formula innovativa: si rivolge infatti sia al commercio all’ingrosso (e quindi alle imprese e agli installatori), sia ai privati. Nel territorio polesano è una sorta di progetto sperimentale: non solo AcquaProgetti vende impianti idrotermosanitari, ma è diventata una vera società di servizio, fornendo agli idraulici e alle aziende la dovuta formazione e trovando insieme a loro le soluzioni adatte a ogni cliente.

Il nostro personale è sempre aggiornato su tutte le innovazioni di impianti, materiali e design – spiega Paolo Guaraldo -. Inoltre offriamo anche formazione per le imprese, che possono così continuamente aggiornarsi in modo semplice e veloce su tutto quello che viene studiato per quanto riguarda i materiali e le loro applicazioni. Inoltre, ci teniamo molto anche al design: all’interno del nostro show room si può trovare tutto quello che riguarda l’ambiente bagno, dagli impianti, ai rivestimenti, ai pavimenti. Per questo abbiamo voluto ampliare la “sala mostra”, alzando così ancora di più il target dei prodotti offerti”.

L’obiettivo, ora, è crescere ancora di più: “Ci ampliamo perché abbiamo visto che c’è spazio di miglioramento. Abbiamo iniziato in 4 e ora siamo in 15. Nel 2016 abbiamo fatto il primo investimento per ampliare la nostra offerta, assumendo personale e ingrandendo il nostro magazzino: anche in questo caso abbiamo visto che c’era la possibilità di farlo, perché il mercato lo chiedeva. Abbiamo così creato una sala riunioni per realizzare i corsi di formazione. E quest’anno abbiamo deciso di ampliare la sala mostra, per rendere ancora più felici le famiglie che vengono a visitarci”.

admin
IMG_1875-26-11-19-10-23

L’antica dimora Villa Frassino riapre i battenti: domenica 1 dicembre “open day”

VILLADOSE – Villa Frassino, antica dimora di Villadose, riapre al pubblico dopo i lavori che hanno portato l’edificio, già presente nei libri di storia dal 1408, a risplendere in modo assai suggestivo. E’ subentrata infatti una nuova gestione nella villa, che ha deciso di effettuare operazioni di restyling per recuperare una delle più antiche dimore del Polesine. E per farla conoscere al pubblico, così come è stata recuperata, ha deciso di organizzare un “Open day” il primo dicembre 2019. Villa Frassino, quindi, nella giornata di domenica aprirà le porte a tutti i curiosi, agli enti, alle associazioni e alle autorità che vorranno conoscere le sue bellezze recuperate.

Villa Frassino è un luogo speciale, dove eleganti ambienti si prestano a essere cornice di eventi, cerimonie, matrimoni. Una cucina di qualità affiancherà il progetto e la collaborazione con importanti aziende nel settore wedding farà diventare questa location uno dei posti più rappresentativi per ogni esigenza. All’esterno un grande parco, ricco di piante e angoli verdi. All’interno tre grandi sale adatte a ogni tipo di necessità.

All’Open Day sarà possibile quindi gustare alcune proposte culinarie offerte dai nuovi gestori e essere presenti in prima fila a una sfilata dell’azienda “Giuditta Sposi” che presenterà le nuove collezioni 2020 . Per tutti gli interessati a visitare questo magico luogo polesano durante l’open day, è gradita la prenotazione ai numeri 0426 660372 e 331 4066264.

admin
photocredits:  https://bit.ly/2tWaswj

Si chiude il Maggio Rodigino: 200 eventi per la primavera della cultura

ROVIGO – Si è chiusa la terza edizione del Maggio Rodigino, la kermesse culturale che per tutto il mese di maggio ha portato nel centro città festival ed eventi che hanno fatto riflettere, emozionare e divertire tantissime persone. E come ogni anno, nel momento della chiusura, la Fondazione per lo sviluppo del Polesine, ideatrice e promotrice dell’evento, ha voluto tracciare un bilancio dei risultati raggiunti.

Nell’edizione 2019, sono stati quasi duecento gli eventi culturali che si sono svolti dal 2 al 26 maggio, proposti da parte dei singoli festival (Rovigoracconta, Contaminazioni, Festival Biblico e Rovigo Comics) più 25 eventi collaterali proposti dalla cittadinanza attraverso l’apposito bando creato a dicembre. Una città si è fatta comunità, viva, attenta, operosa: bastava attraversare piazze o vie e guardare, o entrare a osservare nei teatri o nelle sale. Nonostante la pioggia che quasi per l’intero mese ha accompagnato gli eventi.

Ad aprire l’edizione 2019 è stato il concerto barocco MeravigliosaMente giovedì 2 maggio presso il Tempio della Rotonda a cura del Conservatorio statale “F. Venezze” di Rovigo.

Si sono susseguiti poi i quattro festival portanti del Maggio Rodigino.

Rovigoracconta, festival consolidato ormai alla sua sesta edizione, ben noto nel panorama degli eventi letterari nazionali, ha voluto confermare una sezione riservata ai bambini e alle famiglie, allargando platea e tematiche. Siate coraggiosi è stato l‘invito di questo festival e Rovigo ha risposto con una straordinaria partecipazione, per seguire autori e musiche, godere degli spazi pubblici resi gioiosamente vivi o semplicemente stando bene insieme al tavolino a commentare o raccontare. Tanti i nomi altisonanti arrivati in città, attirando l’attenzione di tutta Italia: Michele Serra, Stefano Benni, Gianrico Carofiglio, Nada, Frankie Hi Nrg, Nina Zilli.

Contaminazioni, il festival del Conservatorio Statale “F. Venezze” dall’ 8 al 12 maggio ha profuso nella città musiche e gioia, ancora ricordando con l’intitolazione dell’Auditorium Marco Tamburini; ha portato con la Venezze Street Band il jazz per le strade come al teatro in un concerto memorabile, alla tromba Paolo Fresu. E masterclass come open days o Franco D’Andrea piano solo. E ancora la Missa brevis di Jacob De Haan per coro e banda musicale di strumenti a fiato nel Duomo di Rovigo domenica 19 maggio, evento inserito nel festival biblico.

Festival biblico, ormai giunto alla sua 15° edizione, ha portato nel Maggio Rodigino 2019 la ricchezza e ad un tempo complessità della riflessione sulla Polis . Tema emergente, ovvero della cittadinanza, città inclusiva, città sostenibile, città degli uomini e città di Dio: una nuova polis. Ecco i temi degli incontri programmati dal 17 al 19 maggio, ascoltando voci diverse, accomunate da un comune sentire: ri/costruire.

Rovigo Comics, dal 24 al 26 maggio, ottava edizione dedicata alle donne, di quelle forti come anche di quelle deboli che non riescono a combattere, di quelle che si innamorano o che scendono in piazza, di quelle che si prodigano per gli altri o che scelgono la solitudine: eroine tutte, come quelle dei fumetti. Tanti ospiti, tante mostre, laboratori e cosplay, games e workshop: ognuno poteva trovare il suo riconoscimento o semplicemente sorridere: per tutti un festoso incontro.

Il Maggio Rodigino in questa edizione ha pure offerto, con apposito bando di partecipazione, l’opportunità di esserci a quanti, associazioni o privati, avessero una proposta: ben 25 altri eventi collaterali hanno così reso il Maggio un continuum, non facendo sentire nessuno estraneo, ognuno potendo concorrere alla Primavera della cultura.

Relativamente agli esiti, il Maggio Rodigino ha prima di tutto determinato un indotto civile. “Rovigo ha saputo farsi comunità – spiega Virgilio Santato, presidente della Fondazione per lo sviluppo del Polesine -, per quanta gente ha seguito gli eventi in programma, per il livello di coinvolgimento personale vissuto, per la rete cittadina e istituzionale che si è costruita, tutti con l’obiettivo di vincere la scommessa, nonostante un perdurante tempo inclemente che ha determinato aggiornamenti di programma e spostamenti di sede per alcuni gli eventi. Ma questo non ha compromesso l’entusiasmo e la partecipazione, ancora più convinta”.

Il Maggio ha determinato, inoltre, un indotto culturale. Tutti gli eventi avevano una intrinseca valenza di questo tipo; una cultura ad un tempo profonda e trasversale, si trattasse di interrogarsi sulla polis o di “bruciare” con Michele Serra , di ascoltare Nada in concerto o inseguire “La città dei sogni” con Nina Zilli, di farsi trascinare dalla tromba di Paolo Fresu o stringersi nel ricordo di Marco Tamburini. Liturgia e musica al Duomo, fantasia sotto il tendone di Comics, Missa Brevis di Jacop De Haan ancora in Duomo o sotto la pioggia, al riparo della tecno-tenda ad ascoltare la lectio magistralis di Donatella De Cesare.

Vi è stato, infine, un indotto economico. “Non disponiamo al momento di indicatori, altri lo dovranno fare e penso alla Camera di Commercio e alle Associazioni di settore – conclude Santato -, ma è indubbio che le strutture alberghiere, i ristoranti e i bar, come i negozi tutti del centro, abbiano potuto godere della straordinaria affluenza di persone. Il centro-città ha riacquistato a maggio la sua storica funzione, ormai persa nel nome del decentramento commerciale, perché è stato ad un tempo luogo di incontro e di vita economica, agorà e mercato. Pur se la pioggia ha fatto la sua parte”.

Il Maggio Rodigino ha potuto contare sul patrocinio del Comune di Rovigo: “I numeri sono la migliore testimonianza – ha detto il sindaco Edoardo Gaffeo -, per farci capire quanto questo evento stia diventando parte del tessuto sociale cittadino. Una vera e propria iniezione di cultura che, per un mese intero, coinvolge Rovigo a 360 gradi. La cultura è sicuramente uno dei traini portanti per lo sviluppo di un territorio e quando si fa sinergia, come in questo caso, il successo è assicurato. E’ importante che parte pubblica e parte privata, ma anche singoli cittadini, facciano squadra per il bene comune. Un bell’esempio di partecipazione attiva sulla quale questa amministrazione crede fermamente. Un grande plauso quindi agli organizzatori con l’augurio di successi sempre maggiori”.

Hanno presenziato alla conferenza anche Leda Bonaguro, per la Fondazione Cariparo, e Luigi Costato, per la Fondazione Banca Monte, che ha espresso la volontà di un coinvolgimento della Camera di Commercio per poter utilizzare il Salone del Grano durante gli eventi in caso di maltempo, in modo da fornire una capienza che risponda alle esigenze dei festival e dei cittadini.

E, quindi, grazie a quanti, nelle diverse responsabilità e livelli di collaborazione, hanno creduto e sostenuto il Maggio: la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, la Fondazione Banca del Monte di Rovigo, RovigoBanca e CREDEM Banca. Grazie alla Accademia dei Concordi, per la consueta cortese ospitalità, al Conservatorio “F. Venezze” per avere messo a disposizione del Maggio professionalità ed entusiasmo, al Comune di Rovigo e alle Associazioni ed Enti o privati cittadini che in vario modo hanno concorso con la loro presenza e la loro proposta a rendere ricca l’offerta culturale.

admin
IMG_0108c2

Sei davvero sicuro di non aver bisogno di un ufficio stampa?

Sei davvero sicuro di non aver bisogno di un ufficio stampa? Leggi questo articolo e poi rispondi.

Che tu sia un‘azienda privata, un ente pubblico o un’associazione, curare la tua comunicazione è importante per creare il percepito della tua identità, veicolare i tuoi messaggi nel modo giusto e raggiungere sia il pubblico esterno sia i tuoi dipendenti coinvolgendoli.

Non pensare all’ufficio stampa come il vecchio e polveroso servizio di invio di comunicati ai giornali, online, cartacei o radiofonici. Certo, anche questo ruolo è importante per raggiungere i mass media e rimane una solida base, ma è solo una piccola parte del servizio di ufficio stampa che propone CZ Advertainment, insieme alla raccolta degli articoli di interesse.

Il nostro ufficio stampa è molto di più. Con un unico servizio, infatti, curi tutta la tua comunicazione, dai social media (Facebook, Instagram, Linkedin, Twitter, Youtube) che sono ormai una vetrina imprescindibile, all’elaborazione di un piano e una strategia editoriale per rendere efficace tutta la tua comunicazione, che comprende anche il tuo sito internet, il tuo blog e la tua newsletter, oltre che la gestione del dialogo con gli utenti, con i giornalisti e tutti i portatori d’interesse. Le pubbliche relazioni e il dialogo costante con i cittadini, oggi, sono fondamentali per farsi conoscere, promuovere la propria azienda e diventare punto di riferimento sul mercato.

Infine, la comunicazione è anche contatto fisico: Cz Advertainment può creare gli eventi più adatti ad attirare e fidelizzare il tuo pubblico, creando momenti di festa, ma anche di confronto, dibattito o approfondimento. Il tutto arricchito da contenuti multimediali, come video, grafiche o servizi fotografici, creati su misura per impreziosire la tua comunicazione.

Essendo un’agenzia giovane, snella e composta da freelance, siamo molto flessibili nella scelta della forma di collaborazione e i prezzi sono molto contenuti e vanno incontro a tutti coloro che non possiedono budget a sufficienza per assumere un dipendente dedito al ruolo di ufficio stampa e social media manager.

Vuoi richiedere un preventivo gratuito? Scrivi una mail a caterina.zanirato@gmail.com, ti risponderemo entro qualche ora!

admin
20190129_181042(0) (1)

Vuoi entrare a far parte del Maggio Rodigino? Il bando scade il 3 marzo

ROVIGO – C’è tempo fino al tre marzo per partecipare al bando del Maggio Rodigino e vedere il proprio evento tra quelli selezionati a far parte del grande cartellone di eventi della primavera della cultura in città. Martedì 29 gennaio, nella sala Consigliare del Comune di Rovigo, si è svolto l’incontro tra la Fondazione per lo sviluppo del Polesine, Comune e Fondazione Banca Monte di Rovigo e i tanti cittadini, attività commerciali e associazioni del territorio polesano che hanno voluto informarsi su come partecipare al bando per fare parte del cartellone eventi del Maggio Rodigino.

Il bando, già disponibile sul sito www.maggiorodigino.it e su www.fondazionesviluppopolesine.it, è infatti un modo per coinvolgere tutta la città nel mese dedicato alla cultura, mettendo in rete i vari eventi e i vari progetti di cultura e spettacolo, per creare un cartellone coordinato e che faccia risplendere per tutti i giorni di maggio la città di Rovigo, a fianco dei quattro festival principali che sono Rovigoracconta, Contaminazioni, Festival Biblico e Rovigo Comics. Si tratta del secondo anno in cui è indetta questa iniziativa che ha riscontrato grande successo tra i cittadini e una entusiasmante voglia di collaborare per la riuscita della primavera della cultura dimostrata anche oggi dalla grande partecipazione alla presentazione del bando.

C’è tempo fino al 3 marzo per presentare il proprio evento: basta scaricare il bando online e partecipare proponendo la propria idea, aggiungendo i propri recapiti e inviando una mail a fondazionesviluppopolesine@gmail.com. I progetti saranno selezionati da un’apposita commissione tecnica, presieduta da Cristiano Draghi, giornalista e uomo di cultura rodigino, e sarà dato loro supporto logistico, promozionale, ufficio stampa (curato dalla giornalista Caterina Zanirato) e spazi gratuiti grazie al Comune di Rovigo.

Presenti all’incontro il presidente della Fondazione per lo sviluppo del Polesine, Virgilio Santato, il presidente della Fondazione Banca del Monte, Luigi Costato, il coordinatore del bando, Cristiano Draghi e l’assessore alla cultura del Comune di Rovigo, Alessandra Sguotti. Dall’altra parte, tantissime associazioni e cittadini interessati a contribuire attivamente alla promozione per la propria città.

“Si tratta di un’opportunità per tutti – spiega Virgilio Santato -. Vogliamo calendarizzare gli eventi di Maggio, mettendoli in rete e offrendo loro sostegno tecnico e logistico, per promuovere la primavera della cultura con tutta la città. Più persone parteciperanno, più crescerà il Maggio Rodigino, e quindi lo spirito di una città che vuole crescere e risplendere”.

Non c’è un limite di eventi, l’importante è che si integrino bene con i festival principali e si svolgano in maniera coordinata negli spazi concessi dal Comune – spiega Cristiano Draghi -. Possono partecipare le associazioni come i liberi cittadini e le attività commerciali. Restiamo a disposizione, tramite la mail della Fondazione per lo sviluppo del Polesine, per ogni chiarimento”.

Siamo felici – ha detto Alessandra Sguotti, assessore alla cultura del Comune di Rovigo -, di ospitare e sostenere questo progetto che arricchisce di cultura la nostra città, puntando i riflettori per un mese su quanto di bello il nostro territorio può offrire”.

Soddisfazione anche dal sindaco Massimo Bergamin, per la grande partecipazione all’incontro, segno tangibile della vivacità culturale presente a Rovigo e della volontà di fare squadra per costruire qaulcosa di bello e positivo per la nostra città.

I progetti selezionati saranno comunicati attraverso un’apposita conferenza stampa e saranno inseriti ufficialmente nel cartellone del Maggio Rodigino.

admin