• 347.6966821
  • caterina.zanirato@gmail.com

Category Archive: turismo

_D3X6040

L’Isola di Albarella progetta un futuro sicuro e responsabile per tutti i suoi ospiti e i suoi lavoratori

L'Isola di Albarella pensa già al futuro in tutta sicurezza.. E lo fa programmando con serietà la stagione estiva, che sta per avviarsi nonostante i grandi cambiamenti mondiali, assicurandosi che si pongano in essere tutte le azioni per garantire sicurezza, prevenzione e rispetto degli ospiti che verranno e dei lavoratori dell'Isola. In questo momento di standby per tutte le attività turistiche, infatti, è importante prepararsi per farsi trovare pronti a una “nuova normalità” non appena si concluderà il lockdown italiano. E in tutti questi giorni l'Isola di Albarella non si è mai fermata, programmando con serietà e lungimiranza un futuro sicuro e responsabile per tutti, turisti e lavoratori.

PROTOCOLLI PER I LAVORATORI
Innanzi tutto, gli uffici di Albarella hanno costituito una task force che ha definito, in ottemperanza ai vari DPCM, ordinanze e protocolli da rispettare da parte di tutti i lavoratori, interni e esterni, all'interno dell'Isola, avvalendosi anche di esperti e consulenti esterni per assicurare la massima prevenzione e sicurezza. Sono già state attuate le procedure che prevedono rigide istruzioni da rispettare da parte delle Ditte che accedono all’Isola in questi giorni per le attività ammesse dai vari DPCM e Ordinanze Regionali. 
Tutti gli operatori di Albarella lavoreranno in completa sicurezza: gli uffici sono dotati di disinfettanti, mascherine, pulizia costante e igienizzazione degli ambienti e il personale a contatto con il pubblico sarà dotato anche di parafiato e copertura per gli occhi, con misurazione delle temperature per tutti quelli che accedono negli stessi uffici. 

PROTOCOLLI PER L'IGIENIZZAZIONE DELL'ISOLA
E' stato predispoto un protocollo di igienizzazione e sanificazione degli spazi comuni, definendo delle regole di utilizzo degli stessi, non appena sarà consentito, per garantire le distanze di sicurezza e la continua vigilanza. Saranno igienizzate strade, parco giochi e percorsi vita. E' stata prevista l'igienizzazione degli stabilimenti balneari con prodotti ecologici, dei lettini e dei camminamenti, delle piscine anche l'utilizzo di nebulizzatori meccanici e a mano. Saranno igienizzate le biciclette ogni volta che vengono riconsegnate così come le golf car. Gli appartamenti e gli hotel saranno igienizzati e dotati di disinfettanti.

SERVIZIO MEDICO
Anche il servizio medico privato dedicato all’Isola sarà potenziato con l'avvio del protocollo interno di gestione del Corona Virus, che prevede particolari azioni preventive e di assistenza per pazienti sospetti. L'ambulatorio sarà dotato di strumentazioni e Dpi necessari a trattare i casi specifici.

SPIAGGIA
Il plexiglass tra un ombrellone e l'altro è una bufala da incubo e decisamente non serve all'Isola di Albarella, che può contare su una spiaggia che misura 350mila metriquadri ed è in grado di consentire ampie distanze tra gli ombrelloni. Già nelle stagioni “normali” ogni ombrellone conta 16metri quadri di spazio esclusivo, misura che quest'anno lo spazio per turista sarà aumentato fino a 40metri quadri a ombrellone. Significa contare su un distanziamento di 6 metri tra gli ombrelloni. Per aumentare il distanziamento e diminuire gli assembramenti al bar, inoltre, sarà implementato il servizio spiaggia con il delivery drink and food all'ombrellone.

Vicino alla strategia di prevenzione e di sicurezza studiata dagli uffici, però, c'è anche un altro aspetto fondamentale dell'Isola di Albarella: i suoi ampi spazi, la sua natura incontaminata, le sua scarsa densità demografica che evita in maniera spontanea assembramenti di persone. Si tratta di un Isola, con accesso controllato 24 ore su 24, di 600 ettari di terra circondati da mare e laguna. In un campeggio di 60 ettari, in media, ci sono 15.000 posti letto: Ad Albarella in 600 ettari ci sono 12.000 posti letto.
admin
PSX_20200405_105207

Ufficio stampa gratuito per supportare idee e progetti solidali

Credo nella bellezza degli esseri umani e delle loro idee. E anch’io voglio fare la mia parte, investendo il mio tempo e la mia professionalità a supporto dei vostri progetti solidali per combattere l’emergenza Corona virus.

Come libero professionista, iscritta all’ordine dei giornalisti, sono rientrata nella categoria di partite Iva che hanno diritto al bonus di 600 euro da parte del Governo. Ringrazio per questo aiuto economico in un momento di crisi nera, ma allo stesso tempo rimango convinta del fatto che non mi piace ricevere senza dare, soprattutto non mi piace ricevere “soldi” per stare a casa a non fare nulla. Sarà che sono veneta e il lavoro e l’impegno scorre nelle mie vene, sarà che credo al karma e che quindi chi possieda qualcosa è giusto che dia e si metta a disposizione della comunità… Comunque sia, ho deciso di fare la mia parte: questi 600 euro saranno convertiti in un monte ore lavorative che dedicherò per promuovere tramite comunicati stampa e articoli progetti di solidarietà, supporto e aiuto per i cittadini in difficoltà in questo difficile momento.

Ho già ricevuto molti messaggi da parte di persone che in questo periodo hanno sviluppato bellissime idee e dato forma a progetti di solidarietà e supporto per i meno fortunati, sia dal punto di vista sanitario (distribuzione di mascherine, presidi di protezione, gel disinfettanti, consegna di farmaci a domicilio, supporto psicologico) sia da quello economico e pratico/quotidiano (dalla spesa gratuita per i meno abbienti al supporto per le aziende in difficoltà attraverso particolari servizi di consulenza o burocratici). Ci sono tante difficoltà da superare, in tanti ambiti diversi, e lo possiamo fare solo insieme: è bellissimo che ognuno di noi metta a disposizione le proprie competenze per fare la sua parte.

Ecco, io voglio aiutarvi a veicolare questi progetti, farli conoscere alle persone, diffonderli, in modo che una platea sempre più grande ne possa usufruire. Mi metterò  disposizione per veicolare le vostre idee solidali/benefiche attraverso le mie competenze, ovvero offrendo gratuitamente il servizio di ufficio stampa per un mese.  Mandatemi i progetti che volete promuovere e far conoscere: scrivete una mail a caterina.zanirato@gmail.com. Ne selezionerò sei, che corrispondono ovviamente a criteri di solidarietà e sostegno gratuito, e sarò lieta di studiarli, darvi qualche consiglio comunicativo e aiutarvi a diffonderli il più possibile attraverso comunicati stampa!

Ripeto, credo nella bellezza degli esseri umani e delle loro idee, che voglio aiutare a crescere. Grazie per il vostro impegno, vi aiuterò a diffonderlo aggiungendoci il mio!

 

admin
laghetto

Nuovo claim e riposizionamento per l’Isola di Albarella che si evolve grazie a progetti innovativi dedicati all’ambiente

L’Isola di Albarella ha deciso di riposizionarsi sul mercato, adottando una nuova strategia di marketing che punta tutto su progetti innovativi e pionieri da sviluppare per quanto riguarda la tutela dell’ambiente, lo sport e l’infanzia. Lo scopo del marchio del gruppo Marcegaglia è di veicolare con un’apposita strategia le proprie caratteristiche peculiari, che la rendono un’isola unica e speciale, facendo vivere ai propri ospiti esperienze indimenticabili a contatto con un ambiente totalmente incontaminato. Tutto questo anche grazie all’apporto di Boraso Conversion Marketing (per lo studio della strategia di marketing) e Cz Advertainment come ufficio stampa e social media manager per la produzione di contenuti. Per questo è nato il nuovo brand dell’Isola di Albarella, riassumibile nella frase “L’Isola green dove fare sport immersi nella natura”.

Cinque gli elementi fondamentali su cui punta l’Isola di Albarella, quindi, sia attraverso la comunicazione sia attraverso lo sviluppo di progetti concreti e reali che porteranno valore all’intero territorio.

Si parte dal concetto di Isola, un territorio circondato dall’acqua, dal mare alla laguna, che si distacca da tutto quello che è ordinario e diventa anzi un luogo isolato e meditativo, quasi spirituale. Green invece è il termine che identifica l’attenzione che si dimostra in ogni azione e comportamento promosso verso l’ambiente: dalla raccolta differenziata all’abolizione della plastica, dall’uso di biciclette per gli spostamenti ai progetti di ripopolamento boschivo, l’ambiente nell’isola è interesse e patrimonio di tutti, dai proprietari agli ospiti. Il primo maggio si inaugurerà il primo parco avventura ecosostenibile, dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie, progettato dallo studio Coloco di Parigi all’interno di un più ampio progetto di riqualificazione degli spazi naturali, chiamato “Immersi nella natura”. L’intero progetto ha un duplice scopo: quello di promuovere e tutelare l’ambiente naturale dell’Isola, investendo su servizi e pratiche green, e quello di prolungare nel tempo la stagione turistica. In questo senso si stanno sviluppando infatti interventi legati alla riqualificazione dell’illuminazione (riducendo del 40% il consumo), alla raccolta differenziata posizionando appositi contenitori (in crescita ogni anno: quest’anno si è ottenuto un 72,6% di seguito) e all’eliminazione, passo passo, della plastica.

L’Isola di Albarella poi è il luogo ideale dove praticare sport, grazie alle tante strutture sportive presenti (24 campi da tennis, campo da golf, piscina olimpionica, campi da beach volley, beach tennis, da calcio, calcetto e basket, scuola di tiro con l’arco, equitazione, vela-sup-kite) e il suo ambiente naturale (2,5 km di percorso attrezzato per il running e l’allenamento a corpo libero all’ombra dei pini marittimi, 10 km di pista ciclabile sospesa tra il mare e la laguna del Delta del Po). Il tutto inserito in un contesto naturale tutelato dall’Unesco, il Parco del Delta del Po, con animali selvatici che interagiscono con gli ospiti, come daini, lepri, fenicotteri e uccelli di moltissime specie diverse che si possono incontrare solo in questo territorio. Tutti gli animali sono i benvenuti, grazie a spiagge e spazi attrezzati per gli amici a quattrozampe.

Senza dimenticare l’attenzione rivolta anche ai bambini, che in questo contesto possono crescere seguendo attività e laboratori educativi, denominati Steam, progettati per insegnare il rispetto per l’ambiente, l’amore per lo sport, le scienze e le arti, divertendosi in un contesto sicuro e a contatto con la natura. I bambini, infatti, sono gli adulti di domani: investire su di loro, significa investire sul miglioramento della società del futuro.

Un brand che è nato dalla stessa percezione degli ospiti che hanno vissuto e continuano a scegliere di vivere l’Isola, in collaborazione con tutti gli uffici che rispondono quotidianamente alle esigenze degli ospiti e, anzi, cercano di anticiparle in un clima di miglioramento continuo dell’esperienza offerta.

admin
letto1

“Evoluzioni”: arriva ad Albarella il museo all’aria aperta per sensibilizzare sui grandi cambiamenti climatici a cura degli artisti di Officinadidue

La mostra di Vera Bonaventura e Roberto Mainardi inaugurerà il primo maggio nell’Isola di Albarella e tra le installazioni sarà presente “Urlo di Vaia”, opera sonora realizzata per Arte Sella

Il mondo dell’arte si schiera in prima fila per la tutela ambientale, organizzando grandi esposizioni per sensibilizzare sui cambiamenti climatici. Dopo la premonitrice protesta di Banksy contro le grandi navi a Venezia, alla quale è seguito un incidente tra una nave da Crociera e un vaporetto, il mondo dell’arte torna a farsi sentire sui grandi disastri ambientali che hanno colpito il territorio del Veneto culminando con il picco di acqua alta che ha fatto affogare Venezia.

I due artisti di Officinadidue, Vera Bonaventura e Roberto Mainardi, noti per aver realizzato l’opera “Urlo di Vaia” dopo la tempesta che ha colpito l’altopiano di Asiago e le Alpi orientali nel 2018, installata nel percorso artistico di Arte Sella in Valsugana, stanno organizzando una monografica dal titolo “Evoluzioni – Museo a cielo aperto nell’Isola di Albarella” all’interno dell’Isola di Albarella (Rovigo) dedicata al tema della biodiversità e al dialogo uomo-arte-natura. Un territorio scelto perché inserito nel contesto del Parco del Delta del Po e tutelato dall’Unesco, in rinascita dal punto di vista green grazie al progetto “Immersi nella natura”, realizzato dall’atelier Coloco di Parigi, che ha previsto una serie di interventi per riqualificare il proprio patrimonio ambientale e naturale, sviluppato proprio dopo che l’isola fu colpita da una tempesta di grande forza, che nel 2017 causò l’abbattimento di oltre 8mila alberi e danni per 5milioni di euro. Proprio per commemorare questo evento, sarà realizzata anche un’installazione permanente: “Aegritudo Naturae”, che vede la posa di una quercia di sughero, abbattuta durante il downburst, in un letto gigante d’ospedale militare ricostruito dagli stessi artisti in ferro.

Bonaventura e Mainardi, da sempre attenti a queste tematiche, vogliono sublimare attraverso il linguaggio artistico le cicatrici riportate da un territorio a causa dei grandi cambiamenti climatici e portare alla riflessione gli osservatori, che diventano parte attiva di ogni loro installazione, immergendosi in un percorso fatto di opere collocate negli spazi verdi dell’Isola. Officinadidue realizzerà, quindi, un parco/museo di sculture contemporanee all’aperto sia attraverso le installazioni già note, come l’opera sonora “Urlo di Vaia” presentata nel percorso artistico Arte Sella – the Contemporary Mountain, sia inedite, il tutto come monito per risvegliare la coscienza di ogni visitatore.

“La ricerca del bello non può prescindere dalle condizioni del luogo – spiegano gli artisti di Officinadidue -. L’arte deve superare l’estetica per diventare etica: ognuno può essere strumento di cambiamento. Le nostre opere sono dichiarazioni politiche e poetiche per coniugare l’arte e la natura. Per formulare visioni utopiche, sperimentali e sociali”.

La vernice di “Evoluzioni”, museo a cielo aperto nell’Isola di Albarella, avverrà il primo maggio, in concomitanza con l’inaugurazione di un grande parco avventura a basso impatto ambientale, ovvero realizzato con materiali naturali e plastic free, destinato a tutta la famiglia e .

admin
IMG_1875-26-11-19-10-23

L’antica dimora Villa Frassino riapre i battenti: domenica 1 dicembre “open day”

VILLADOSE – Villa Frassino, antica dimora di Villadose, riapre al pubblico dopo i lavori che hanno portato l’edificio, già presente nei libri di storia dal 1408, a risplendere in modo assai suggestivo. E’ subentrata infatti una nuova gestione nella villa, che ha deciso di effettuare operazioni di restyling per recuperare una delle più antiche dimore del Polesine. E per farla conoscere al pubblico, così come è stata recuperata, ha deciso di organizzare un “Open day” il primo dicembre 2019. Villa Frassino, quindi, nella giornata di domenica aprirà le porte a tutti i curiosi, agli enti, alle associazioni e alle autorità che vorranno conoscere le sue bellezze recuperate.

Villa Frassino è un luogo speciale, dove eleganti ambienti si prestano a essere cornice di eventi, cerimonie, matrimoni. Una cucina di qualità affiancherà il progetto e la collaborazione con importanti aziende nel settore wedding farà diventare questa location uno dei posti più rappresentativi per ogni esigenza. All’esterno un grande parco, ricco di piante e angoli verdi. All’interno tre grandi sale adatte a ogni tipo di necessità.

All’Open Day sarà possibile quindi gustare alcune proposte culinarie offerte dai nuovi gestori e essere presenti in prima fila a una sfilata dell’azienda “Giuditta Sposi” che presenterà le nuove collezioni 2020 . Per tutti gli interessati a visitare questo magico luogo polesano durante l’open day, è gradita la prenotazione ai numeri 0426 660372 e 331 4066264.

admin
IMG_0108c2

Sei davvero sicuro di non aver bisogno di un ufficio stampa?

Sei davvero sicuro di non aver bisogno di un ufficio stampa? Leggi questo articolo e poi rispondi.

Che tu sia un‘azienda privata, un ente pubblico o un’associazione, curare la tua comunicazione è importante per creare il percepito della tua identità, veicolare i tuoi messaggi nel modo giusto e raggiungere sia il pubblico esterno sia i tuoi dipendenti coinvolgendoli.

Non pensare all’ufficio stampa come il vecchio e polveroso servizio di invio di comunicati ai giornali, online, cartacei o radiofonici. Certo, anche questo ruolo è importante per raggiungere i mass media e rimane una solida base, ma è solo una piccola parte del servizio di ufficio stampa che propone CZ Advertainment, insieme alla raccolta degli articoli di interesse.

Il nostro ufficio stampa è molto di più. Con un unico servizio, infatti, curi tutta la tua comunicazione, dai social media (Facebook, Instagram, Linkedin, Twitter, Youtube) che sono ormai una vetrina imprescindibile, all’elaborazione di un piano e una strategia editoriale per rendere efficace tutta la tua comunicazione, che comprende anche il tuo sito internet, il tuo blog e la tua newsletter, oltre che la gestione del dialogo con gli utenti, con i giornalisti e tutti i portatori d’interesse. Le pubbliche relazioni e il dialogo costante con i cittadini, oggi, sono fondamentali per farsi conoscere, promuovere la propria azienda e diventare punto di riferimento sul mercato.

Infine, la comunicazione è anche contatto fisico: Cz Advertainment può creare gli eventi più adatti ad attirare e fidelizzare il tuo pubblico, creando momenti di festa, ma anche di confronto, dibattito o approfondimento. Il tutto arricchito da contenuti multimediali, come video, grafiche o servizi fotografici, creati su misura per impreziosire la tua comunicazione.

Essendo un’agenzia giovane, snella e composta da freelance, siamo molto flessibili nella scelta della forma di collaborazione e i prezzi sono molto contenuti e vanno incontro a tutti coloro che non possiedono budget a sufficienza per assumere un dipendente dedito al ruolo di ufficio stampa e social media manager.

Vuoi richiedere un preventivo gratuito? Scrivi una mail a caterina.zanirato@gmail.com, ti risponderemo entro qualche ora!

admin
245_Ente Parco Delta del Po_ro_Casone di valle

Nasce il blog dedicato al turismo nel Delta del Po

Non c’è nulla di meglio che essere turisti a casa propria. Guardare con occhi nuovi e curiosi la propria terra, scoprendone i lati nascosti e quelli più caratteristici. Partecipare a iniziative, vivere le tradizioni e raccontarle, dando consigli su come potersele godere al meglio, oltre che spunti di viaggio per chi non ha mai visto il Parco regionale del Delta del Po.

Con il blog www.aspassoperilparco.it cercherò di fare proprio questo: raccontare a tutti le meraviglie della mia terra. E come fare per viverle appieno. Darò consigli su come vedere un certo panorama, fare una particolare escursione, godere di una certa atmosfera, partecipare a determinati eventi sportivi o percorrere itinerari magici. Il Delta del Po, infatti, è una terra meravigliosa ancora tutta da scoprire: spero di potervi essere utile e risvegliare in voi la curiosità di vistare questa terra, unica in Italia, circondata dalle acque di un fiume che diventa mare. Che è stata riconosciuta Riserva della Biosfera del programma MAB dall’Unesco.

La mia non sarà una raccolta di informazioni, ce ne sono già tante online, ma un vero e proprio racconto di viaggio, coinvolgente ed emozionante. A cui aggiungerò anche informazioni utili su come raggiungere un determinato posto o località, o su come partecipare ad una determinata iniziativa. Sarò una guida, viva e utile dal punto di vista pratico, da tenere sempre vicino. Da leggere per sognare o semplicemente per sorridere un po’ scoprendo qualcosa che non si sapeva.

Seguitemi qui e su Delta Radio, dove vi racconterò attraverso un programma speciale tutti i miei viaggi durante il programma “A spasso per il parco”.

admin